Utilizzando il servizio del sito web onlypult.com, accetti l'uso dei cookie per migliorarne il funzionamento.  Per saperne di più

Tutto in uno. Perché puoi stare online su Facebook per sempre

Abbonarsi

Facebook è stato creato per la comunicazione virtuale, ma quanto è comodo lavorarci! È un vero tesoro per gli imprenditori (specialmente per coloro che capiscono il potere della comunicazione umana e la velocità dei social media).

Quindi, ecco i motivi per cui gestire un’attività su Facebook è molto vantaggioso.

Anzitutto, è gratis. Ripetiamo: è GRATIS. Il tuo economista interiore apprezzerà sicuramente questo vantaggio. Puoi godere di questo vantaggio finché Zuckerberg è così gentile da consentirti di farlo. Non c’è nulla di permanente in questo mondo, ma per ora puoi usare Facebook gratuitamente e ciò è fantastico.

Secondo, Facebook può dirti molto su molte persone velocemente e facilmente. Il pulsante Condividi ha già fatto magie molte volte facendo incontrare gli imprenditori con i loro clienti di tutto il mondo. Un post virale, e sei al top anche se non hai investito un centesimo in pubblicità.

C’è solo una cosa da fare qui: far condividere i post al tuo pubblico. Vi promettiamo che nel prossimo futuro presteremo maggiore attenzione al viral sharing, ma ora non siate timidi nel chiedere ai vostri clienti di ri-condividere qualcosa nei testi delle loro pubblicazioni. Il metodo call-to-action è probabilmente vecchio come l’umanità, ma funziona ancora perfettamente.

Terzo, puoi effettuare i check-in su Facebook. Se vuoi creare un’offerta sui check-in nel tuo account, puoi farlo facilmente e pubblicizzare in modo non intrusivo i tuoi servizi. Per esempio, in cambio di un check-in puoi offrire sconti a coloro che sono tuoi clienti per la prima o anche decima volta.

Quarto, ti piacciono le parole “redditizio” e “multifunzionale”? A noi sì. E questa faccenda ha a che fare interamente con i live stream su Facebook. I video live sono sempre al top del feed e puoi trovarli più facilmente dei post comuni. Mostra al tuo pubblico il processo lavorativo e il lato dietro le quinte dei tuoi affari, e otterrai un migliaio di follower felici.

Quinto, oltre 2 miliardi di persone da tutto il mondo sono online su Facebook giornalmente. Questi due miliardi hanno bisogno ogni giorno di qualcuno: psicologi, stilisti, copywriter, specialisti in massaggi, sommelier, chef e tante altre persone. Qualcuno ha bisogno dei tuoi beni o servizi ora e molto urgentemente. Quindi, fai post regolarmente, stai in vista.

Sesto, è molto comodo creare annunci di eventi su Facebook. Aggiungi un piccolo contest ai tuoi annunci, prometti un premio per le condivisioni, e sei già al top del news feed dimenticandoti delle volte in cui hai preso a malapena 3 like.

Settimo, qui trovi inevitabilmente terreno fertile per lo sviluppo personale. Puoi prendere un corso educativo a qualsiasi orario o anche assumere un coach personale. Cosa vuoi imparare? Scrivere post per aiutarti a vendere, applicare le abilità da SMM, costruire il tuo brand, o fare foto che faranno vendere i tuoi beni come fosse pane? Puoi trovare tutto questo e anche di più su Facebook.

Ottavo, qui puoi scrivere un post per chiedere aiuto e ottenere un feedback immediatamente. Puoi anche raccogliere fondi in situazioni di crisi.

E infine, puoi discretamente osservare la tua concorrenza “di nascosto”: esplora gli account e studia i nuovi trend, nuove funzionalità e metodi di vendita. La competizione sana migliora il mondo.

Inoltre, dovresti stare vicino non solo alla concorrenza ma anche ai clienti. Più breve è la distanza, meglio è. Se esplori gli account adeguatamente, studi i dati, e guardi le statistiche, sarai in grado di identificare molti bisogni che potrebbero aiutarti a vendere, anche cosa il tuo pubblico mangia a colazione e che musica ascolta. Puoi facilmente capire cosa farne successivamente – soddisfa questi bisogni coi tuoi post brillanti.

E puoi fare tutto questo semplicemente aprendo il portatile o tirando fuori il telefono dalla tasca. Legalmente, velocemente, gratuitamente. Dio salvi Facebook!