Utilizzando il servizio del sito web onlypult.com, accetti l'uso dei cookie per migliorarne il funzionamento.  Per saperne di più

Come scrivere un post se non hai idee

Abbonarsi

Devi scrivere un testo ma il tuo cervello sta collassando invece di lavorare normalmente? C’è sempre una soluzione, e ti salveremo proprio ora. Prendi una penna e non esitare a imbracciare 5 idee non ovvie per le occasioni in cui non hai proprio alcuna idea.

Fai un sondaggio


Questo è un metodo infallibile e può aiutarti a scrivere un testo in pochi minuti. E per Facebook non devi nemmeno trovare un’immagine, puoi creare un sondaggio semplicemente così: “Cosa dovrei cucinare per cena oggi, un uovo al tegamino o strapazzato?”

Questo è tutto. Hai un evento notevole, i tuoi follower ti seguono con entusiasmo e ti provocano mentre tu stai tranquillamente finendo un post interessante per il quale puoi trovare un soggetto qui sotto.

Pensa alle festività


Vai online e cerca una festività. Per esempio, il 15 dicembre è la vacanza degli Agenti Immobiliari. Voilà!

Ora hai solo bisogno di ricordare casi divertenti/tristi/emozionanti riguardanti agenti immobiliari, oppure cercarli — e il post e pronto. Puoi scrivere di come hai affittato, venduto o comprato. Anche approposito di quel Karlsson che è il tuo personaggio preferito sin dall’infanzia perché vive in un attico. Non cercare di convertire il post in un articolo di Wikipedia ma rendilo user-friendly e leggibile: scrivi nel modo in cui scriveresti al tuo migliore amico.

Quali sono i trend?


Che stagione è ora? È quasi inverno, giusto. Scrivi 10-20 soggetti argomenti riguardanti questa stagione.

Per esempio, cosa fare a dicembre: cosa indossare, cosa leggere, che film vedere sotto una coperta. E, a proposito, dove comprare la suddetta coperta.

E questo è generalmente un momento fortuito. Per esempio, gli specialisti di SMM possono guadagnare da vivere postando ricette per vino speziato e casette di pan di zenzero e raccontando quanto han sofferto quando hanno scoperto che Babbo Natale indossava le ciabatte del proprio padre.

Raccogli gli avanzi


Ogni blogger che si rispetti ha un archivio dove raccoglie idee, bozze e grandi articoli di altri autori, testi motivazionali, ecc. Non hai tale file? Crealo ora.

Preparati al fatto che quelle idee menzionate arriveranno senza preavviso. Buttale giù o registrale. Non vergognarti di farlo in qualsiasi luogo: nel tracciato di corsa, in caffetteria, in taxi, dal parrucchiere. Ti interessa davvero cosa le persone intorno a te pensano? Sei il creatore e stai creando proprio ora!

Guarda attraverso queste bozze più volte e spesso, a volte alcuni testi di poco successo che non sono stati pubblicati possono essere trasformati in brillanti pezzi di scrittura.

Fai un’intervista


Un trucchetto: se invii le tue domande tramite messenger o e-mail a qualcuno sul quale hai interesse, riceverai materiale quasi pronto: una persona a cui fai domande ti scriverà tutto di sé stessa. E dovrai solo scrivere un introduzione e decidere un titolo.

Non avere paura, una persona a cui chiederai un’intervista sarà generalmente compiaciuta e desiderosa di farla. Nel 21esimo secolo puoi chiedere un paio di domande a qualsiasi persona, dal vicino di casa a una celebrità. Grazie a dio abbiamo tutti una e-mail.

Dove trovare domande interessanti in fretta. Naturalmente, da altre interviste. Usa internet, è un vero tesoro! Ad esempio, Esquire è un buon esempio che illustra che anche Lev Tolstoy può essere intervistato: https://www.esquire.com/lifestyle/health/a35697/leo-tolstoy-rules-of-life/.

Tuttavia, l’esperienza dimostra che un grande argomento per un post è dritto di fronte a te. Questo è il motivo per cui dovresti guardanti intorno: forse vedrai qualcosa e sarai ispirato dalla confezione di una barretta di cioccolato? La cosa più importante: non guardare quante calorie contiene.

E se la tua musa non ti parla ora, non essere triste: cambia argomento. Fai qualche flessione, chiama tua nonna o porta a spasso il cane. Scriverai un testo brillante senza fallimento, noi crediamo in te.