Come utilizzare gli hater per auto-promuoversi

17 ottobre 2018

Tutti sanno che i social media non sono solo per amici e follower ma bensì anche per gli hater.

Cosa ci dice l’enciclopedia in merito?

“Hater — nemico, avversario, piantagrane, seminatore d’odio. Deriva dalla parola “hate” [“odio” in italiano], la quale significa “risentimento”. Qualcuno con forti sentimenti negativi verso un’altra persona.”

In genere, utilizzano le seguenti frasi:

“Mi dispiace ma devo dirti la verità!” “Non sono un hater ma…” “Balle!/Non ha senso!/Come ha fatto questa roba a finire nel mio feed!”

Tuttavia, ad essere onesti, tutti lasciano tali commenti sulle pagine altrui. Smettila di negarlo con sguardo colpevole, va tutto bene: nessuno è perfetto.

Quali sono i vantaggi di avere degli hater?

Non avere troppa fretta nel bannare per sempre queste persone, c’è sempre tempo per farlo. Ci sono modi per asservirle al tuo vantaggio. Il segreto è non prendere tutto sul serio.

Se non hai ricevuto feedback negativi per molto tempo, significa che stai girando in tondo senza aprirti a nuovi cambiamenti per molto tempo. Hai creato il tuo ambiente confortevole e ti senti in euforia per tutti i like che hai, invece di andare avanti. In questo modo non otterrai mai milioni di follower.

La comunicazione con gli hater attira potenziali follower — tutti vogliono vedere un combattimento da distanza di sicurezza, o addirittura prenderne parte. Puoi persino postare il contenuto più provocante per intrattenere tutti. L’adrenalina online rende la vita più eccitante senza rischi.

Se tale situazione si è verificata su Facebook, non dovresti cancellare i commenti che non ti piacciono. E queste sono le ragioni:

  1. Una pagina impeccabile è noiosa e non può essere credibile perché la perfezione non esiste.
  2. Ogni commento fa apparire il tuo post nel feed, per questo è meglio farsi beffa degli hater stimolandoli a postare qualche commento aggiuntivo.

Quindi, se la prossima volta vedi dei commenti negativi tipo “l’autore di questo post è cattivo e senza cervello” nel tuo account, non ignorarlo o cancellarlo.

Saluta e inizia una conversazione informale. Non essere offeso da questa persona, perché potresti facilmente passare la linea prendendola sul personale e compromettendo il tuo brand. Prendi tutto come un gioco. La promozione sui social media ha molte facce, e questa è una di loro.

Migliorare la tua retorica e il tuo sarcasmo fa bene al tuo cervello. Potrebbe far ridere, ma gli scienziati hanno fatto esperimenti che hanno provato che il nostro cervello usa maggiori energie per interpretare il sarcasmo, e questo significa che in tali casi funziona anche meglio. Il dialogo sarcastico intensifica il pensiero astratto e ti incoraggia ad essere creativo. Riesci a vedere i vantaggi ora?

Ed ecco alcune “regole di sicurezza”:

  • Se sei fragile e delicato, rendi il tuo account privato e verifica chiunque richieda di seguirti;
  • Non esitare a bloccare gli hater più irritanti: è il tuo account e tutti devono seguire le tue regole qui. Nelle situazioni più difficili usa l’opportunità delle penalità amministrative imponibili. Il bullismo online è perseguibile per legge;
  • Applica tecniche di aikido verbali per trasformare una persona da nemico ad amico, cliente o partner passo per passo.

E non avere mai paura degli hater: che cosa faresti se l’hater sei tu o sono io? Abbiamo tutti due gambe, due mani e un sacco di complessi nascosti, bisogno di ridere, amare, e di biscotti al cioccolato.

CONDIVIDERE:
Abbonarsi alla newsletter di Onlypult settimanale