Audit del tuo profilo Instagram aziendale: come farlo in modo eccelso

13 ottobre 2020

La parte visiva del tuo profilo aziendale è il volto dell’azienda. Letteralmente. Se sviluppi il tuo Instagram senza cautela, e a volte dimentichi persino di scrivere pubblicazioni, non ti aspettare alcuna promozione di successo sui social network. Pertanto, se vuoi aumentare il numero di follower, trovare potenziali clienti, e dimostrare che l’azienda può essere considerata attendibile, devi lavorare con il tuo profilo.

E dovresti iniziare con un audit per identificare tutti i problemi che ostacolano la promozione. Questo è esattamente ciò di cui parleremo in questo articolo.

Iniziamo con alcuni dei problemi più comuni.

Problema #1. Il tuo account non è stato convertito ad account aziendale

Verifica che il tuo account sia stato convertito ad un profilo aziendale. Questo è il punto di partenza. Per fare ciò, vai sul tuo profilo Instagram, fai clic su “Impostazioni”, seleziona “Account” nel menu, e quindi “Passa al profilo aziendale”.

 


Dopo il passaggio a un profilo aziendale, sarai in grado di acquistare spazi pubblicitari e appariranno anche statistiche: il numero di visualizzazioni, la tua copertura, le informazioni sul pubblico di destinazione, e altro ancora.

Prima di analizzare il resto dei problemi, delineamo la struttura generale del profilo aziendale, che ha questo aspetto:

Legenda: 1 - nome utente, 2 - nome del profilo, 3 - biografia, 4 - storie in evidenza, 5 - immagine del profilo.


Problema #2. Nome utente

Il nome utente un nome di profilo univoco che può essere costituito da caratteri latini, numeri e simboli come punti e caratteri di sottolineatura. Il numero massimo di caratteri in un nome utente è 30. Ma più breve è il tuo soprannome, meglio è, perché questo renderà più facile per gli utenti trovare la tua azienda attraverso la ricerca su Instagram; è meglio rendere il nome utente facile da ricordare.

Male Bene
Questo nome utente non è breve, dal momento che è composto da 20 caratteri. Inoltre, gli utenti possono facilmente confondersi quando immettono caratteri nella barra di ricerca di Instagram. Il nome utente è breve, facile da ricordare e gli utenti non dovrebbero riscontrare difficoltà nel digitarlo sulla barra di ricerca.


Problema #3. Nome del profilo

Oltre al nome utente, anche il nome dell’azienda è importante. Questo può includere il nome del brand della società, una parola chiave, e la posizione. Esistono le seguenti varianti:

  • Nome del brand + parola chiave tematica
  • Parola chiave tematica + città
  • Parole chiave tematiche

Una parola chiave tematica è una richiesta che aiuta gli utenti a trovare il tuo account attraverso la ricerca su Instagram. Per scegliere una parola chiave corretta, è possibile utilizzare il servizio Yandex.Wordstat.

Ad esempio, digitare la città in cui si forniscono servizi nelle impostazioni di Wordstat e immettere la richiesta di chiave:


Suggerimento importante: dovresti concentrarti sulla frequenza di circa 2.000-7.000 visualizzazioni. Tuttavia, dobbiamo menzionare che la frequenza delle richieste dipende dal tuo campo di attività, quindi a volte può essere più alta, ed a volte più bassa. Pertanto, è bene analizzare ogni caso singolarmente.

In questo semplice modo, puoi scoprire quali parole chiave vengono utilizzate dagli utenti per cercare prodotti / servizi nel tuo campo. Tuttavia, per avere un quadro completo, è necessario analizzare gli account della concorrenza e vedere quali parole chiave usano.

Male Bene
Qui viene mostrato solo il brand dell’azienda, non ci sono più segni identificativi che indichino ciò che fa l’azienda. Pertanto, vale la pena aggiungere una parola chiave tematica. C’è sia un brand che una parola chiave tematica.


Problema #4. Biografia

La biografia è una breve descrizione che dice di più sull’azienda agli utenti. È bene scrivere dei vantaggi competitivi così i follower possano capire cosa fai e quali vantaggi riceveranno.

Vediamo passo per passo cosa dovrebbe essere scritto nella biografia:

  • Collegamento al sito web. Se non esiste un sito web, è possibile crearlo rapidamente utilizzando Onlypult Builder.
  • La tua USP (Unique Selling Proposition) è ciò che ti distingue dai tuoi concorrenti. Ad esempio, uno sconto del 15% quando si ordina la seconda volta, spedizione gratuita al momento dell’acquisto per più di 50 euro, esperienza lavorativa, ecc. Se è difficile definire una USP, è possibile in alternativa elencare i servizi forniti.
  • Informazioni di contatto. Questo può essere il tuo numero di telefono, o un messaggio che invita i follower a farti qualsiasi domanda tramite messaggi diretti.
  • Geotag: la sede della tua azienda. Se non avessi un indirizzo esatto o un ufficio, dovresti almeno indicare la tua città. Questo risponderà ad alcune delle domande degli utenti.
  • Oggetto. Aggiungi il soggetto più adatto per descrivere l’attività del tuo profilo.

Infine, quando scrivi la tua biografia, occorre considerare la struttura. È meglio scrivere ogni paragrafo su una nuova riga e utilizzare emoji per evidenziarne le particolarità. In questo modo il testo sarà più facile da leggere.

Male Bene
Non c’è una struttura. Inoltre, in questa descrizione, non ci sono vantaggi competitivi, il sito web non viene menzionato, e non è chiaro in quale città o regione lavora l’azienda. Gli orari di lavoro sono scritti, c’è un link a un sito web, vantaggi competitivi e un geotag.


Problema #5. Immagine del profilo

L’immagine del profilo può essere un’immagine tematica o un logo aziendale. La dimensione dell’immagine è di 110 per 110 pixel. L’immagine del profilo dovrebbe essere chiara e mostrare tutti i dettagli, ed eventuali scritte dovrebbero essere facili da leggere.

Anche se può sembrare molto semplice, ancora oggi alcune persone commettono errori. Ad esempio:

Male Bene
Un’immagine tematica è stata utilizzata come immagine del profilo, a cui è stato aggiunto anche il nome del profilo. Ma l’iscrizione non è leggibile, e non possiamo capire da questa immagine cosa fa l’azienda… Il logo dell’azienda è usato come avatar. Il brand è facile da leggere.


Problema #6. Storie in evidenza

Le storie in evidenza su Instagram possono essere utilizzate come menu nei quali gli utenti possono facilmente trovare tutte le informazioni di cui hanno bisogno. A molti non piace spendere tempo a creare questo blocco, ma ne vale la pena. Dopotutto, meno domande dovranno farti i potenziali clienti, meglio è.

Alle storie in evidenza possono essere aggiunte le seguenti informazioni:

  • Listino prezzi. I follower amano la trasparenza, quindi non è necessario nascondere il costo dei tuoi prodotti o servizi. Se non è possibile nominare un prezzo specifico, scrivi il minimo iniziale; ad esempio, “a partire da X euro”
  • Servizi e beni. Questo blocco è necessario per saperne di più sul tuo prodotto. Compresi materiali, griglia dimensionale, assortimento, composizione del servizio, ecc.
  • Recensioni. È meglio raccogliere recensioni dei tuoi clienti. Questo ti darà ulteriori punti fedeltà.
  • Orario di lavoro. Un altro blocco utile, soprattutto se hai un negozio offline. Fai sapere ai tuoi follower il tuo orario di lavoro.
  • Domande frequenti. Questo è un prezioso blocco di informazioni utili per i tuoi follower, dove possono ottenere risposte alle domande più comuni. Inoltre, questo blocco può essere facilmente utilizzato come riferimento.
  • **Informazioni sulla società. ** Racconta qualcosa se te stesso: esperienza lavorativa, certificati, premi, riconoscimenti, ecc.

Un altro componente importante delle storie in evidenza è la parte visiva. Per rendere i blocchi armoniosi e belli, devono essere progettati nello stesso stile.

Male Bene
Non ci sono copertine adeguate e nessun design comune. Inoltre, i blocchi non hanno titoli ben definiti e con caratteri minuscoli, che non appaiono esteticamente piacevoli. Queste icone hanno copertine con lo stesso stile e sono molto piacevoli da guardare.


Oltre al design visivo, anche il contenuto delle tue storie in evidenza gioca un ruolo importante. Le informazioni devono essere facili da leggere e comprendere. Non ci credi? Provalo tu stesso per vedere la differenza tra le due opzioni.

Male Bene
C’è molto testo ed è difficile leggerlo, in quanto è posizionato su uno sfondo a basso contrasto. Non c’è un design corretto, quindi sembra disordinato. Il testo è facile da leggere, c’è un design attraente.


Problema #7. Contenuto

Instagram riguarda solo le belle foto, ma anche i testi che condividi. Contenuti di alta qualità possono essere interessanti per i follower, aumentare la diffusione, ed incoraggiare le persone ad acquistare un prodotto o un servizio. Tuttavia, su Instagram occorre tenere conto di alcune sfumature. Ad esempio, non dovresti pubblicare solo post pubblicitari con un invito all’azione per ordinare qualcosa. A nessuno piace e nessuno vuole leggerlo. Dovresti provare a creare pubblicazioni interessanti, che includano informazioni utili. Pertanto, per gli account commerciali, si applica la regola 20/80, per la quale il 20% dei post è di vendita e l’80% sono post informativi, divertenti, e coinvolgenti.

Ora parliamo un po’ di ciò che devi sapere e di come lavorare con i contenuti:

  • Frequenza di pubblicazione

Di solito, è sufficiente pubblicare un post ogni 1-2 giorni. Il feed di Instagram si aggiorna rapidamente, quindi importante rimanere sempre visibili. Naturalmente, puoi pubblicare più spesso, ma non andare troppo oltre, soprattutto se pubblichi già 5 post al giorno. Questo può rapidamente annoiare i tuoi follower, che semplicemente smetteranno di seguirti.

Ma se hai un argomento complesso ed è piuttosto difficile creare un singolo contenuto interessante e coinvolgente, allora la regola della frequenza standard delle pubblicazioni non fa per te. In questo caso, la frequenza di pubblicazione dipende dalla tua area di business. Vale la pena notare che non ha senso fare meno di due post asettimana, altrimenti la tua portata scenderà drasticamente.

Se pubblichi meno di due post a settimana, è possibile scomparire dal feed dei tuoi follower, e il tuo account sembrerà abbandonato. Dopotutto, nessuno vuole seguire profili che non condividono informazioni utili e raramente appaiono nel feed.

Per seguire la giusta frequenza di pubblicazioni, è necessario creare un piano di contenuti, che illustrerà gli argomenti dei tuoi post, l’ora della pubblicazione, il tipo di contenuto, e altre sfumature.

  • Struttura del post

Per capire quali contenuti piacciono al tuo pubblico di riferimento, devi provare diversi formati di post: articoli lunghi così come brevi post di 300-500 caratteri. La possibilità che questi post vengano letti dipende molto dalla struttura. Se il testo viene presentato sotto forma di un articolo di grandi dimensioni, è improbabile che i follower tentino persino di capirlo.

È molto meglio se il testo è ben strutturato e ha un titolo, un corpo formattato e un invito all’azione. Allo stesso tempo, non dimenticare di dividere le frasi in paragrafi e focalizzare l’attenzione degli utenti su punti importanti.

Ciò implica 3 regole:

  1. Dividere il testo in piccoli paragrafi e aggiungere indentazioni tra di essi;
  2. Aggiungi emoji per dare più rilevanza;
  3. Usa enumerazioni ed elenchi nei tuoi testi.
Male Bene
Il testo non è diviso in paragrafi, quindi sembra ingombrante e poco attraente. Anche se ci sono emoji nel post, che dovrebbero attirare l’attenzione delle persone, qui non forniscono alcun beneficio. Il testo ha una struttura chiara, è diviso in paragrafi. Inoltre, ci sono emoji ben utilizzate per attirare l’attenzione.


  • Hashtag

Alcuni marketer dimenticano di aggiungere hashtag ai loro post, e questo è un errore. L’uso di hashtag può aiutarti ad aumentare la portata del tuo pubblico di destinazione. Come?

Ad esempio, immaginiamo una situazione in cui un utente sta cercando un tour a Olkhon. Nella barra di ricerca di Instagram, l’utente sceglie la ricerca per hashtag, immette #toursnaolkhone e, di conseguenza, ottiene una selezione di pubblicazioni recenti e top. E questo è un modo per ottenere copertura extra.


Pertanto, gli hashtag dovrebbero essere aggiunti a ogni post. Ma non tutti gli hashtag sono ugualmente utili. In generale, possono essere suddivisi per utilizzo ad alta-frequenza, media-frequenza e bassa-frequenza. Per la promozione, gli hashtag a media frequenza sono ottimali, con il numero di menzioni che vanno da 800 a 4000. Il fatto è che i post con questi hashtag possono arrivare in cima e non si perderanno tra gli altri post, il che ti dà la possibilità di ottenere una copertura maggiore.

Se usi hashtag ad alta frequenza e a bassa frequenza, non funzionerà. Il primo tipo di hashtag viene menzionato troppo spesso, quindi il post non arriva in cima e si perderà rapidamente tra migliaia di altre pubblicazioni. E l’altro, al contrario, non interessa a nessuno, dal momento che gli utenti non cercheranno nemmeno post con tali hashtag.

Ti consigliamo anche di mettere non più di 12-15 hashtag ed evitare l’utilizzo di hashtag proibiti. Altrimenti, Instagram può ridurre la portata del tuo post e persino infliggerti uno shadowban. Per controllare la presenza di hashtag proibiti nel tuo profilo, puoi utilizzare IQ hashtags.

Male Bene
Troppi hashtag. Inoltre, ad eccezione degli hashtag di media frequenza, ci sono quelli ad alta frequenza, e persino hashtag che non sono legati all’argomento del post. Il numero di hashtag non supera i 15. Ci sono hashtag di media frequenza e hashtag del brand.


  • Contenuto della foto

Quando gli utenti scorrono il feed, la prima cosa che attira la loro attenzione è una bella immagine. Se una foto sembra interessante, l’utente proverà a leggere il testo sotto di essa. Pertanto, non puoi astenerti dal pubblicare foto luminose e attraenti.

Per i tuoi post, puoi usare i tuoi contenuti fotografici così come disegni, oppure puoi cercare qualcosa di utile sulle foto di stock. Non tutte le immagini stock sono ugualmente utili : ci sono immagini comuni e noiose, ma ci sono anche immagini originali e belle.

Un altro punto importante da menzionare è che dovresti provare a seguire uno stile di immagini coerente. Questo renderà il tuo profilo Instagram esteticamente piacevole. Inoltre, quando gli utenti scorrono il loro feed, possono identificare immediatamente il tuo post in base allo stile riconoscibile.

Male Bene
Non esiste uno stile coerente: l’autore utilizza noiose immagini stock, che non appaiono attraenti. Sebbene le foto siano prese da fotografie stock, il profilo è progettato con uno stile coerente e appare inusuale ed interessante.


Per concludere

Dopo questo breve audit, puoi migliorare la qualità dei tuoi contenuti visivi e informativi, ma soprattutto preparare il tuo profilo per le promozioni, e aumentare la fedeltà dei tuoi follower. Dopotutto, un profilo ben progettato richiede tempo e risorse.

CONDIVIDERE: